Che cosa è un Piano di Azione SELFIE?

Come già accennato, il SELFIE PTK è stato ideato per facilitare e guidare l'interpretazione dei dati contenuti nel SELFIE Report della propria scuola e il successivo utilizzo di questa nuova conoscenza come base per produrre un piano ben strutturato e fondato su dati oggettivi (ciò che qui viene chiamato il Piano d'Azione SELFIE ). Tale piano ha l’obiettivo generale di aiutare la scuola stessa a migliore il proprio utilizzo delle tecnologie digitali per l'insegnamento e l'apprendimento. Il Piano d'Azione SELFIE prodotto con l’aiuto del SELFIE PTK sarebbe un documento a sé stante che descrive attività che tipicamente possono essere implementate e completate nell'arco di un singolo anno scolastico (ma in casi eccezionali in un arco temporale più lungo, anche fino a tre anni). Queste attività verranno messo in atto, monitorate, eventualmente modificato e poi valutate, sempre con un attenzione particolare all'impatto sulla competenza digitali della propria scuola, specificamente in quelle aree e/o elementi SELFIE già identificati come prioritari. La successiva riflessione su tali risultati può rappresentare un’occasione ideale per l’ulteriore elaborazione e perfezionamento del Piano d'Azione SELFIE di partenza, eventualmente dando luogo ad un processo ciclico di sviluppo della competenza digitale della scuola. L'obiettivo definitivo, quindi, è quello favorire e sostenere un processo continuo e sistematico di sviluppo in cui tutti i membri della comunità scolastica di apprendimento sono attivamente coinvolti.

Il Piano d'Azione SELFIE della propria scuola può eventualmente far parte anche del Piano di Miglioramento e Sviluppo generale. E’ inoltre collegabile ad altre iniziative, politiche o quadri di riferimento scolastici in atto nella propria regione e/o paese. Il Piano può contenere le seguenti informazioni:

  1. La descrizione degli elementi critici identificati dall’analisi del Rapporto SELFIE per la scuola (SELFIE PTK Steps 1 & 2).
  2. Formulare l’elenco, seguendo le priorità, di aree ed elementi SELFIE identificati come quelli che sembrerebbero avere maggior necessita di intervento, insieme agli obiettivi da perseguire nella pianificazione di tale intervento (SELFIE PTK Step 3).
  3. Descrizione generale dell'insieme di attività da intraprendere con l'intenzione di affrontare le priorità identificate e raggiungere gli obiettivi predefiniti (SELFIE PTK Step 4).
  4. Descrizione dettagliata ed articolata di ciascuna attività proposta: include informazioni come chi sarà responsabile, la tempistica per attuare e completare le attività, i risultati attesi, il modo in cui le attività verranno monitorate e valutate (SELFIE PTK Step 5).
  5. Analisi critica di ciascuna attività implementata, con l’eventuale modifica del piano in sede di riflessione collettiva sugli esiti (SELFIE PTK Step 7).
  6. Riflessioni critiche documentate a posteriore dell'attuazione del Piano d'Azione SELFIE, focalizzando sul processo e l'esito complessivo dello stesso (riflessioni utilizzabili anche come base per un’eventuale ciclo di pianificazione successivo (SELFIE PTK Step 7).

È disponibile un modulo (in formato Microsoft Word o PDF) scaricabile e utilizzabile per aiutare nella stesura del proprio Piano d’Azione SELFIE. Tale modulo è a disposizione di tutte le scuole e può essere anche modificato per rispondere meglio alle proprie esigenze specifiche. Le scuole che partecipano al progetto europeo SHERPA invece possono optare per utilizzare in alternativa la piattaforma online a loro riservata.

Torna su