A che cosa serve il SELFIE PTK?

Le scuole utilizzano strumenti come SELFIE per avere un quadro più chiaro del modo in cui la loro comunità scolastica percepisce l’utilizzo del digitale nel proprio istituto, con particolare riferimento (a) al grado di integrazione delle tecnologie digitali nel contesto educativo della scuola, e (b) alla propria competenza digitale e alla propria capacità di contribuire allo sviluppo della dimensione digitale. Il risultato di questo processo di autoriflessione è il Rapporto SELFIE per la Scuola , una fonte molto ricca di dati. Ma non è affatto semplice interpretare questa ‘fotografia’ ad alta risoluzione per ottenere una visione più chiara delle esigenze e delle priorità con riferimento all' istruzione digitale nella scuola, tanto meno utilizzare queste informazioni per pianificare un piano d'azione concreto.

Ecco a che cosa serve SELFIE PTK: aiutare ad interpretare i risultati contenuti nel rapporto SELFIE per la scuola della proprio istituto, per stabilire quali siano le aree prioritarie con riferimento all'educazione digitale, per produrre un Piano di Azione SELFIE (vedi la sezione "Che Cos'è un Piano di Azione SELFIE?") focalizzato su quelle aree, per implementare tale piano al fine di valutare il processo ed i risultati generati. Questi processi dovrebbero aiutare la propria scuola ad utilizzare le tecnologie digitali per l'insegnamento e l'apprendimento in un modo migliore e, in ultima analisi, contribuire allo sviluppo della competenza digitale di tutta la comunità scolastica di apprendimento. Tale risultato può essere raggiunto grazie a pratiche condivise, nonché attraverso l'identificazione di opportunità per lo sviluppo professionale che rispondano alle reali esigenze della propria scuola.

Ad un livello più generale, SELFIE PTK rappresenta un tentativo di favorire lo scambio di competenze ed esperienze che riguardano l'educazione digitale tra diversi istituti e le diverse comunità scolastiche. Inoltre, fornisce uno strumento pratico alle autorità scolastiche e ai diversi stakeholders (a livello locale, regionale, nazionale ed europeo) che gli può essere d’aiuto nel tentativo di ampliare l’attuazione delle politiche di educazione digitale a livello scolastico.

Torna su